Archivio

Archivio Marzo 2006

Neve

28 Marzo 2006 Commenti chiusi


N e v e
(Pubblico questa poesia anche perché desidero far sapere che i miei interessi non sono eclusivamente politici)

Giorgia, vorrei che ciò tenessi a mente:
quando a febbraio scese su Torino
dal cielo grigio silenziosamente

la neve bianca, allora il tuo bambino
portasti, in braccio, alla finestra accanto,
perché dei fiocchi il volteggiar, vicino

vedesse ed il leggero bianco manto
che su tetti e su strade si stendeva;
e ciò vorrei ricordassi altrettanto:

della neve Filippo che rideva,
da lui per la prima volta guardata
mentre in silenzio lieve discendeva.

E quindi, o Giorgia, è cosa dimostrata
che Filippo della neve è grande amico:
con gioia l?ha guardata e riguardata.

Con convinzione allor questo ti dico:
quando ritornerà il freddo inverno
e il fiocco scenderà nuovo ed antico,

Filippo non tener chiuso all?interno
di casa vostra, e senza diffidenza
tra neve amica portalo all?esterno.

Non vorrei che, temendo un?influenza
o persino un leggero raffreddore,
a Filippo negassi un?esperienza

che arricchire potrà la mente e il cuore.

epigramma per Ruini

21 Marzo 2006 Commenti chiusi

Epigramma

In botti vecchie, o grande Cardinale,
il vino nuovo chiuso vuol tenere,
ma finirà questo progetto male,
ché quel ch?è nuovo, chiuso rimanere
non può, e di spezzare un vino tale
le vecchie botti ha facile potere.
Quindi anche Lei, Ruini Cardinale,
dovrà lasciare il vino nuovo bere.