Archivio

Archivio Marzo 2007

La T.V. spengo, non sto ad ascoltare

20 Marzo 2007 Commenti chiusi

La T. V. spengo, non sto ad ascoltare

O Berlusconi, un tempo presidente,
ma ti chiamava ?d?Arcore il mafioso?
quel Bossi che parlava francamente,
grande non sei, però sei fastidioso.

In verità, ben poco ti conosco,
ma se ti vedo o ti sento parlare,
su di me piomba l?umore più fosco:
la T. V. spengo, non sto ad ascoltare.

Zapatero il diavolo

20 Marzo 2007 Commenti chiusi

Zapatero il diavolo

Dove Spagna ha sua dimora,
nell?Europa occidentale,
un demonio giunto è ora
a portar sventura e male,
a corrompere i costumi
di cattolica nazione,
offuscare i santi lumi
della vera religione.
Questo, ahimè, diavolo immondo,
avversario d?ogni vero,
che infangare vuole il mondo,
ha per nome: ZA-PA-TE-RO.

Lo spagnolo legionario
là nell?Iraq mussulmano
dava aiuto umanitario
col soldato americano,
il marine di tempra dura,
che la sua democrazia,
vuol portar con la tortura,
che per lui è giusta e pia.
Ma arrivato Zapatero,
un demonio assatanato,
il suo esercito straniero
via dall?Iraq ha portato.
Dalle rive dell?Eufrate
fece in Spagna ritornare
quelle truppe un dì andate
l?invasore ad affiancare.
Zapatero dissennato,
della gloria militare
tu la Spagna hai defraudato,
tu le hai fatto abbandonare
quelli che democrazia
van dicendo di portare,
e il petrolio portan via
e non cessan di rubare.

Zapatero maledetto,
dopo ch?egli ebbe privato
l?irakeno poveretto
dell?iberico soldato,
con la sua perversa mente,
orientata verso il male,
ha voluto follemente
cosa nuova ed esiziale:
ha concesso a chi non crede
di contrarre quell?unione,
che per questo egli concede
perché insana ha la ragione.
E di ciò non pago ancora
toglier vuol la sovvenzione,
ch?era data fino ad ora
per studiare religione.

Sulla Spagna s?è abbattuta
dura, ahimè, persecuzione,
e crudele è già venuta
l?ora della perdizione,
ché da quando nel governo
Zapatero è arrivato,
è arrivato anche l?inferno,
ogni bene è devastato:
son le chiese sconsacrate,
i conventi al fuoco dati,
le reliquie profanate,
i credenti deportati.
E su tal desolazione
folle impazza Zapatero,
non ha freno di ragione,
vuole il male e odia il vero.

Ma è momento di finire
questo scherzo prolungato,
ed apertamente dire
ciò che par giusto e sensato.
A una certa ottusità
di cattolici italiani,
dalla vera carità
forse ancora un po? lontani,
il momento par che sia
di parlare con schiettezza,
e, lasciando l?ironia,
dire questo con chiarezza:
Non è certo Zapatero
con le sue decisioni,
che al cattolico sincero
toglier può le convinzioni,
ma i credenti, se arroganti,
quando voglion dominare,
fan gli incerti e gli esitanti
dalla Chiesa allontanare.
Zapatero nulla impone
al cattolico credente,
che la propria religione
può seguir tranquillamente,
solamente ha concesso
a chi ha diversa fede
il legittimo permesso
di seguirla come crede.
Pur che non sia calpestata
di ciascun la libertà,
deve esser rispettata
pur l?altrui diversità.
E se c?è modo sincero
nell?usare la ragione,
si vedrà che Zapatero
forse è ottima occasione,
affinché ogni credente,
senza dimostrar iattanza,
di sua fede alla sua gente
vera dia testimonianza.
Lui potrà ben dimostrare
d?esser saldo nella fede
anche se sta a governare
della gente che non crede

Gran Ruini, alta Eminenza,
non imponga Sua visione
a chi vuol vivere senza
la Sua santa religione.
Esser può gradito a Dio,
quello che diversamente
da Lei pensa e poco pio
può sembrare alla Sua mente.
È ben meglio se propone
l?evangelico messaggio
senza alcuna imposizione,
perché questo è modo saggio.
Questo modo fu indicato
dal Signore ai suoi fedeli,
quando a lor fu comandato
come agnelli tra crudeli
lupi andare, senza fare
sui potenti affidamento
ed in Lui vera trovare
forza grande ogni momento:
ché di Dio la debolezza
è più forte dei potenti,
e di Lui l?insensatezza
più sapiente dei sapienti.

Si ruppero le acque

20 Marzo 2007 Commenti chiusi

Si ruppero le acque.

Si ruppero le acque,
Massimiliano nacque,
smise di protestare
da sé: quando gli piacque.

La Giorgia, ch?ha compiuto
l?impresa, è strafelice,
ché di Massimiliano
le lodi ognuno dice,
e, mamma premurosa,
lo vuol portare al mare
perché l?aria marina
lui possa respirare;
se poi pianger lo sente,
ansiosa nel suo amore,
s?agita, e molto forte
le viene il batticuore
perché Massimiliano,
che in grotta era nascosto
fin dal 2006
e ancor prima d’agosto,
poi che per stretta via
a marzo è sceso a valle,
ha subito imparato
a rompere le palle.

è cattolica, non occidentale

14 Marzo 2007 Commenti chiusi

È cattolica, non occidentale

Lei, o Ruini, eterno cardinale,
nel corpo si consuma e nella mente
nel volere esaltare e potenziare
la civiltà e la Chiesa d?occidente.
A lei, perciò, è bene ricordare
che non si deve preferibilmente
la Chiesa in qualche luogo collocare:
è cattolica, non occidentale.